14 de noviembre de 2012

Le rifatte senza glutine: Blinis alla zucca, farina di ceci e ricotta - Blinis de calabaza, harina de garbanzos y ricotta

Non ci posso credere che sia giá passato un’altro mese. Ormai il giorno 15 é diventato un'appuntamento fisso e irrinunciabile sul mio calendario. Mi sembra ieri quando ho, anzi abbiamo, preparato la deliziosa pasta con crema di peperoni.
Ed eccoci ancora qui presenti alla splendida iniziativa delle Rifatte senza Glutine...
É molto piacevole vedere mese dopo mese siamo sempre piú numerose e sempre piú motivate per partecipare! 
Questo mese la ricetta prescelta é tratta dal magnifico Blog Pane & Miele. Si tratta di una ricetta squisita, dal sapore deciso e allo stesso tempo delicato: Blinis alla zucca, farina di cecci e ricotta

Io l’ho preparata per colazione e....che abbuffata! 
Mi sono pentita di non averne preprati il doppio! Il piatto si é svuotato alla velocitá della luce: un blinis immerso nel the, uno accompagnato con salsa di yogurt e more, un’altro con pó di marmellata, un’altro con frutta… e via dicendo fino a ripulire il piatto! Che delizia! Senz’altro li ripeteró presto…

Inoltre questa ricetta é veramente veloce ed il sapore delicato si presta benissimo sia per accompagnare piatti importanti che per un aperitivo leggero. Come dice Oxana nel suo blog questi Blinis sono buoni sia tiepidi che serviti  freddi e anche il giorno dopo. Peccato che non ho potuto comprovare personalmente siccome i miei Blinis al "giorno dopo" non ci sono nemmeno arrivati…
per quanto riguarda la preparazione, una volta preparata la base ho optato per fare due versioni: una cucinata in padella, come nella ricetta originale; e l’altra cucinata al forno. Entrambe sono riuscite benissimo. La versione in padella é molto piú crocante mentre quella al forno é piú gonfia e soffice.
Vi consiglio di provarle entarmbe…. vale veramente la pena!

Per quanto riguarda gli ingredienti della ricetta, ho dovuto apportare una piccola modifica, diciamo per cause congiunturali  ;-)
Infatti trovare la ricotta in Colombia non é poi cosí facile poiché la vendono solo in alcuni grandi centri commerciali e non sempre si trova. Quindi l’ho sostituita con lo yogurt naturale. I Blinis sono diventati comunque morbidissimi e soffici! Ma resto in attesa di riprovare la ricetta con la ricotta… nel prossimo (e per fortuna imminente…) viaggio in Italia non mancheró di cucinare nuevamente i Blinis con ricotta! E la prossima volta raddopieró pure le dosi… e sono sicura he il piatto sará ripulito nuovamente in tempo record!

Infine, come giá sapete, lo zucchero é bandito da questo blog quindi l’ho sostituito dalla stevia naturale. 
;-)
Blinis alla zucca, farina di cecci e yogurt
Ingredienti
150 gr di purea di zucca
80 gr di yogurt fresco
170 gr circa di farina di ceci (tutto dipende dalla zucca se ha troppo acqua o no)
2 uova
Circa 70 ml di acqua frizzante (dipende da zucca se è troppo asciuta o no)
1 cucchiaino di stevia
½  cucchiaino da caffè di lievito*
Olio extravergine di oliva
* in caso di candida sostituire con bicarbonato di sodio

Preparazione
Scaldate il forno a 200°C. Tagliate la zucca a spicchi, eliminate i semi. Sistemateli su una teglia da forno e infornateli per circa 30-40 minuti, in modo che la zucca sia tenera e molto asciuta. Quando la zucca si raffredda un pò, frullatela. In una ciotola lavorate lo yogurt con le uova, la purea di zucca e stevia fino ad ottenere una crema omogenea. Setacciate la farina e lievito e aggiungetela un pò alla volta alle zucca e ricotta. Mescolate bene, versate l'acqua frizzante e lasciate al riposo per circa 30 minuti. 

Alternativa 1 cottura in padella: Scaldate una padella, versate un velo d'olio, giusto per non far aderire i blinis. Con un cucchiaio versate un po' d'impasto (tipo crespella) per formare un disco. Cuoceteli a fuoco medio per qualche minuto da ogni lato, il tempo che si coloriscano.
Poggiate su carta assorbente e procedete allo stesso modo con il resto della pastella.

Alternativa 2 cottura al forno: ungere alcune formine di alluminio (o una teglia per muffins) e riempire con un centimentro del composto. Infornare per 20 minuti a 180 gradi.

Blinis cotti al forno
Blinis cucinati in padella
---------------------------------

Traducción al español

 
Blinis con calabaza, harina de garbanzos y yogurt

Ingredientes
150 gramos de puré de calabaza
80 gramos de yogurt natural
170 gr de harina de garbanzo (todo depende de la calabaza si tiene demasiada agua o no)
2 huevos**
Sobre 70 ml de agua con gas (dependiendo de calabaza si es demasiado asciuta o no)
2 cucharadas de azúcar granulada
1/2 cucharaditas de polvo para hornear*
Aceite de oliva extra virgen
*en caso de candida sostituir con bicarbonado
Preparación
Precaliente el horno a 200°. Cortar la calabaza en trozos, quitar las semillas. Poner los trozos en una bandeja de horno y hornear durante unos 30-40 minutos, hasta que la calabaza esté tierna y muy seca. Cuando la calabaza se haya enfriado, licuarla. En un bol mezclar el yogurt con los huevos, el puré de calabaza y la stevia hasta obtener una crema suave.
Tamizar la harina y el polvo para hornear y agregar a la crema de calabaza y ricotta. 
Mezclar bien, verter agua con gas y dejar reposar durante unos 30 minutos.

Opción 1, cocción en sartén: Calentar una sartén, verter un poco de aceite. Con una cuchara, verter una masa poco (como si fuera un crepe) para formar un disco. Cocine a fuego medio durante unos minutos por cada lado, hasta que tomen color. Proceder de la misma forma con el resto de la masa.

Opción 2, cocción al horno: untar con aceite de oliva algunos moldes de aluminio, (o un molde para muffins). Poner más o menos 1 centímetro del compuesto. Hornear a 180 grados por 20 minutos.


25 comentarios:

  1. anche con la frutta fresca sarà squisito!! bella anche la tua versione, buona giornata :-D

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Grazie.
      In effetti la frutta fresca ci stava benissimo.
      buona giornata anche a te

      Eliminar
  2. Ottimo!
    Grazie per avere partecipato alle Rifatte!
    Ci vediamo il prossimo mese.

    ResponderEliminar
  3. Bellissimi Isa! Abbiamo avuto la stessa idea circa yogurt e frutti di bosco ;)

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Si...hai ragione...a qaunto pare abbiamo gli stessi gusti a colazione!
      Yogurt, frutta e Blinis é un'abbinamento delizioso!
      Isa

      Eliminar
  4. Bella idea quella di farli al forno. Complimenti! Ciao, Alessia

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Grazie.
      ti consoglio di provarli.
      restano molto soffici.
      Isa

      Eliminar
  5. Ciao Isix, lieta di fare la tua conoscenza! Sono bellissime entrambe le tue versioni complimenti! Quella al forno mi ispira più che mai! Alla prossima!

    ResponderEliminar
  6. Anche i miei hanno avuto problemi di durata fino al giorno successivo ahahaha, in ogni caso mi pace un sacco il tuo abbinamento, davvero brava!

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Grazie....
      la prossima volta dobbiamo raddopiare le quantitá... é un peccato che siano finiti cosí in fretta!
      ;-)

      Eliminar
  7. Ciao Isa! Bellissima la tua idea con la cottura nel forno. Diciamo che l'hai fatti alla maniera svedese, perchè loro hanno le ricette tradizionale dei crepe cucinate nel forno. Ti confesso che ho potuto mangiare solo 2-3 altri erano spariti a merenda con la marmellata di fragole (svuotata anche quella) dal mio marito.
    Piacere di conoscerti e alla prossima :)

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Che buoni con marmellata di fragole!
      Grazie per la splendida ricetta.
      Ora che ho conosciuto questi Blinis non potró piú farne a meno.
      ;-)

      Eliminar
  8. Ciao Isa, ma che bella versione quella cucinata in forno! Allora il cremor tartaro + bicarbonato è il lievito chimico più antico, una volta lo si comperava in farmacia nelle cartine. Adesso si trova in moltissimi negozi bio di varie marche, anche con spiga sbarrata e scritta apposita senza glutine, poi vendono delle bustine solo di cremore non miscelato che però vanno addizionate con il bicarbonato di sodio. Mi sembra che Simonetta avesse le proporzioni. Però considerato il costo delle bustine di solo cremore, diciamola tutta: allo stesso costo prendi la miscela...ah! se in Italia trovi un Despar - Eurospar - Interspar nella linea Despar Free c'è anche la miscela già pronta in bustine e senza glutine. Ancora brava. Baci Baci ♥

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Grazie per le informazioni cara.
      Ti faró sapere come andrá con il cremor tartaro...
      Cerco sempre di evitare l'uso di lieviti, soprattutton se chimici, quindi credo proprio che questo cremor tartaro diventerá un mio preioso alleato in futuro...
      ;-)
      Isa

      Eliminar
  9. La versione con la frutta fresca si sposa bene con la stagione di questo sud del mondo dove sono adesso.mi piace mi piace mi piace...Un abbraccio, Simonetta

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Grazie Simonetta.
      peccato che questo mese tu non sia riusciata a partecipare..
      Ci vediamo alla prossima Rifatta
      ;-)

      Isa

      Eliminar
  10. Frutti di bosco e blinis...che bontà!!:=)

    ResponderEliminar
  11. Bellissimi e bella l'idea di cuocerli in forno... avrei detto che si sarebbero seccati troppo, vedo invece dalle foto che sbagliavo completamente.
    Sai... incuriosita proprio da te che ne parli anche altrove, ho comprato un dolcificante a base di stevia... non sono riuscita ad usarlo per il troppo retrogusto, forse la lavorazione ne ha cambiato troppo il sapore... cercherò di procurarmi (ma non so dove) questa stevia naturale.
    Buongiorno, grazie per ogni volta che passi da me, e... viva le Rifatte :)

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Sinceramente non ho mai usato il dolcificante a base di stevia...ma immagino che la presenza di altri ingerdienti possa alterare il sapore.
      La stevia sopporta benissimo le alte temperature e quindi il sapore resta intatto.
      Si trova sia liquida che in polvere ma non saprei dirti dove comprarla in Italia.... io mi porto la scorta dal sud america ;-)

      Comuqnue...mentre la stevia diventerá piú reperibile in Europa (e speriamo al piú presto possibile) puoi provare anche con altri dolcificanti naturali
      http://elcaprichosaludable.blogspot.com/search/label/Edulcorantes%20naturales

      Un abbraccio
      Isa

      Eliminar
  12. Anche tu usi prodotti che io non conosco, ma ho visto che la stevia è usata in Giappone come dolcificante, da aziende di prodotti dietetici, devo cercare le pientine.
    Invece anko che ho usato io è un purè di fagioli azuki (Da Wikipedia: O feijão-azuqui (Vigna angularis) é uma erva anual da família das Frutas, subfamília papilionoídea, com sementes vermelho-escuras ou roxas, alimentícias, nativa da Oceania. Há séculos é cultivada na Austrália e na América Latina, tendo sido introduzida, já no século XII, no Brasil e em outras regiões da América.)

    Belli i tuoi blinis, sia quelli fritti che al forno, alla prossima

    ResponderEliminar

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...